Cosa visitare (visite guidate)

pho-bluPer informazioni contattare
il numero di cellulare: 345.9339231 oppure inviare una mail a info@rufinoturranio.it

L’Associazione culturale Rufino Turranio mette a disposizione, a chi volesse approfondire gli aspetti storici ed archeologici dell’antica Julia Concordia, la professionalità e la passione di storici dell’arte ed archeologici.



MUSEO ARCHEOLOGICO NAZIONALE CONCORDIESE A PORTOGRUARO

Si trova in Via del Seminario 26, Portogruaro


Tel. 0421.72674 oppure inviare una mail a info@rufinoturranio.it


→ Orari: 9:00-20:00
→ Giorni di chiusura: 01/01; 25/04; 01/05; 25/12
→ Ingresso: 5,00 € (Biglietto unico che include anche visita area archeologica di Concordia Sagittaria)

Costituito nel 1885 per accogliere oggetti di scavo della vicina colonia romana di Concordia Sagittaria, si trova nella limitrofa città di Portogruaro (2,5 Km) in un edificio neoromanico a forma di basilica.

MUSEO ARCHEOLOGICO NAZIONALE CONCORDIESE ver1

Al pian terreno, nella navata di sinistra sono esposti i reperti dell’abitato del I e II secolo a.C.; in quella centrale si segnalano il sarcofago degli sposi, il mosaico delle Grazie (II-III secolo) e una notevole statua femminile acefala (I secolo d.C.); in quella di destra si trovano numerose lapidi con iscrizioni provenienti dal noto sepolcreto tardo antico di Concordia (scavi del 1873).

In una sala contigua, sempre al piano terra, sono inoltre visibili numerose monete (III-IV secolo). Al piano superiore alcune vetrine raccolgono materiali in bronzo riferibili alla cultura veneta antica. Si prosegue poi con le raccolte di vetri, gemme, ornamenti in ambra, lucerne e altri oggetti d’uso quotidiano, nonché materiali riferibili alle principali classi ceramiche di epoca romana.


AREA ARCHEOLOGICA A CONCORDIA SAGITTARIA

Si trova in P.za Cardinal Celso Costantini 1, Concordia Sagittaria


Tel. 345.9339231 oppure inviare una mail a info@rufinoturranio.it


→ Orari ingresso scavi: 8:00-20:00
→ Giorni: Lunedì – Domenica
→ Ingresso: 5,00 € (Biglietto unico che include anche visita al museo archeologico nazionale concordiese a Portogruaro)

AREA ARCHEOLOGICA DI CONCORDIA SAGITTARIA

L’ingresso all’area archeologica principale di Concordia Sagittaria si trova nell’ampia Piazza Celso Costantini, in prossimità dell’attuale Cattedrale di Santo Stefano. Una scaletta vi condurrà sotto alla Cattedrale stessa dove sono ben riconoscibili gli elementi architettonici di un complesso di edifici paleocristiani: la trichora martyrium del IV secolo triabsidata che conteneva le reliquie dei martiri concordiesi; al suo fianco la Basilica Apostolorum del IV secolo che fu eretta sulle fondazioni di una villa romana i cui resti sono visibili.

Ben conservato è il pavimento a mosaico della basilica prevalentemente di tessere bianche e nere con disegni geometrici ed iscrizioni. Nei pressi dell’abside i resti della successiva basilica altomedievale. All’uscita dalla basilica, un cortile con pozzo e mura di edifici pertinenti al luogo sacro. A lato del cortile, ampio tratto di strada con antiche lastre di trachite.


SALE MUSEALI PALAZZO MUNICIPALE A CONCORDIA SAGITTARIA

Si trova in Via Roma 55,  Concordia Sagittaria


Tel. 0421.275582 (sale museali) o Mob. 345.9339231 (Associazione) oppure inviare una mail a info@rufinoturranio.it


→ Orario estivo (dal 1° aprile al 30 settembre):
Lunedì: chiuso
Lunedì – Venerdì: solo su prenotazione per gruppi
Sabato e Domenica : 10.00-13.00 / 14.30-17.00
→ Orario invernale (dal 1° ottobre al 31 marzo):
Lunedì: chiuso
Lunedì – Venerdì: solo su prenotazione per gruppi
Sabato e Domenica : 10.00-13.00 / 14.30-17.00
→ Giorni di chiusura: I° gennaio, 25 Aprile, I° Maggio, 25 Dicembre
→ Ingresso: GRATUITO

SALE MUSEALI PALAZZO MUNICIPALE A CONCORDIA SAGITTARIA
Inaugurate nel 2006, raccolgono materiali provenienti dagli scavi delle necropoli concordiesi, tra i quali un seggio funerario (I secolo d.C.), urne funerarie, reperti dell’abitato (dal I secolo al tardo antico): anfore, tubature, frammenti di colonne e capitelli corinzi e una rara meridiana intatta. Di rilievo anche le iscrizioni su stele, affreschi restaurati delle terme, ceramiche romane, medievali e rinascimentali. Apparati didascalici e touch screen forniscono le necessarie informazioni ai visitatori. È punto di partenza per visite guidate lungo il percorso archeologico che comprende tutti gli scavi della città (terme, domus, teatro, ponte, area paleocristiana).